La vita in Sardegna è forse la migliore che un uomo possa augurarsi: ventiquattro mila chilometri di foreste, di campagne, di coste immerse in un mare miracoloso dovrebbero coincidere con quello che io consiglierei al buon Dio di regalarci come Paradiso.

Le parole di Fabrizio De Andrè danno l’idea della bellezza mozzafiato delle terra sarda. Un mare cristallino, spiagge incantevoli e splendido entroterra con il suo fascino misterioso. Sono proprio questi gli scenari naturalistici dove si corrono le nostre gare. Tracciati selettivi per equipaggi e auto, ma spettacolari per il pubblico che sempre numeroso si riversano a bordo strada. La Sardegna è da sempre una terra a forte vocazione turistica ed è con questo spirito che il Rally del Vermentino si dimostra un importante volano per la destagionalizzazione. Un importante evento che allunga il periodo vacanziero in terra sarda e al contempo diventa importante veicolo per la valorizzazione del patrimonio naturalistico isolano. Sport, turismo, natura ed enogastronomia sono i 4 caposaldi della proposta firmata Rassinaby Racing. Un modo per avvicinare la Sardegna al resto d’Italia e aprire le porte a nuovi flussi turistici. Il “Vermentino” è un’eccellenza nel settore e l’inserimento della prova berchiddese nel CIRT 2018 è il primo punto di un mosaico che porterà Berchidda a diventare un importante modello turistico e di valorizzazione del territorio. L’unico con il #raceinstinct.

Menu